Bio – flushing

Il prototipo simula il processo di iniezione/estrazione della tecnologia di Bio-flushing in situ, utilizzando pozzi verticali e drenaggi orizzontali. Il sistema di Bio-flushing utilizza una tecnologia flessibile, che deve consentire l’inoculazione di soluzioni biologiche e soluzioni chimiche di lavaggio, sia in terreni saturi che insaturi.

L’efficacia della tecnologia risiede nella sua capacità di stabilire un flusso di filtrazione che impegna l’intero volume da trattare. Nel prototipo sono state sviluppate due modalità di circolazione idraulica: la modalità “Jetting” e la modalità “Dispersion”. Questo è reso possibile grazie alla progettazione di innovativi dispositivi di iniezione, in cui una valvola comandata elettricamente isola le sezioni di iniezione assegnate alle due modalità di circolazione.

Il prototipo rappresenta un volume a grandezza naturale di 5m3 di suolo, dove sono stati ricostruiti due strati litologici: quello superiore, costituito da materiale di riporto antropico, e quello inferiore, con una componente argillosa naturale più abbondante e meno permeabile.

Nel prototipo, la discontinuità tra le due litologie coincide approssimativamente con il livello della falda. Il prototipo fisico è stato utilizzato per calibrare il corrispondente modello matematico (Matlab e MODFLOW). Ciò ha consentito di determinare, all’interno del volume del suolo, l’andamento di tutti i parametri rilevanti per lo studio del fenomeno (portate, traiettoria delle particelle d’acqua, carico idraulico e pressione).